Mai

Che cosa sei in realtà?
Un momento che non avverrà,
ovvero ci sarà il tuo tempo,
ma ti scanserò per passare oltre?

Non credo che sia così,
ma che tu sia un luogo,
una piega del tempo
che si annoda in un infinito:
Escher sarebbe riuscito a coglierti,
a darti forma leggibile,
ma pur sempre irraggiungibile,
perché il tuo non essere è ovunque,
un labirinto che muta
al mutar del pensiero,
affinché chi vi si insinua
non abbia più modo d’uscir fuori.

E allora sarai di nuovo tempo,
un’eternità di vaneggiamento
in cui nascondi l’anima,
di chi ha creduto di svelare
il tuo mistero,
che mai, mai si dipanerà.

*poesia ispirata dalla discussione a seguito dell’articolo “Davvero dio gioca a dadi?” (cit) di le hérisson.

21 pensieri riguardo “Mai

    1. L’ho ascoltata oggi e non la conoscevo, ma come spesso accade arrivi tu a colmare le mie lacune musicali. 😘

      Ok, poi ci sono le volte che mi proponi spongebob e l’arancia, ma in quelle circostanze fingo di non conoscerti! 😝

      Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...